Home » Piante in camera da letto, quale accoglieresti tra le lenzuola?

Piante in camera da letto, quale accoglieresti tra le lenzuola?

  • Casa

La maggior parte delle persone pensa, erroneamente, che sia meglio non avere delle piante in camera da letto. 

Vi svelo un segreto che tutti i veri plant lover conosceranno sicuramente!

Molte piante durante la notte rilasciano ossigeno, sono in grado di rendere l’aria più salubre  trattenendo le sostanze chimiche volatili che ci possono aiutare a dormire meglio in un ambiente sano.

Senza trascurare il lato puramente estetico: le piante rendono più bello qualsiasi ambiente e possono regalarci delle atmosfere da sogno!

Troverai una piccola “botamici Selection” con alcuni consigli per le piante in camera da letto.

Spatifillo Piante in camera da letto

Spatifillo:

All’estero viene chiamato  “giglio della pace” o anche “fiore di luna”, è originario dei paesi tropicali (Colombia) ma da quando ha raggiunto l’Europa nessuno può  più farne a meno. 

Lo spatifillo regala un meraviglioso fiore bianco simile a una calla che vive per parecchie settimane. Le sue foglie sono in grado di purificare l’aria, regalando un ambiente più sano e pulito.

Curiosità: viene utilizzato dalla Nasa per esperimenti sulle navicelle spaziali. In inverno sta in appartamento, d’estate sul balcone.

Aleo vera piante in camera da letto

Aloe Vera

Pianta officinale originaria dell’America del Sud, ma può essere coltivata a quasi tutte le latitudini del globo, poiché si adatta facilmente anche ai climi secchi, umidi o freddi.

È una delle migliori piante per conciliare il sonno, essendo dotata di notevoli capacità di purificare l’ambiente e di arricchirlo di ossigeno. 

Curiosità: L’aloe Vera ha anche molte altre proprietà benefiche. Consigliata  come antinfiammatorio, cicatrizzante e coagulante naturale.

Gelsomino

Gelsomino: 

Originario dell’Iran, della Cina e dell’India. In natura ne esistono più di 200 tipologie differenti .

Il gelsomino conosciuto per le sue proprietà calmanti, rilassanti e  sedative.

Curiosità: Lolio di gelsomino ha proprietà antisettiche e antibatteriche e viene anche utilizzato per aromaterapia per combattere gli stati ansiosi. In caso di tosse e raffreddore può aiutare a sciogliere il muco.

 
Lavanda

Lavanda: 

È originaria dell’Europa mediterranea. Nota anche perché gli oli essenziali della lavanda sono utilizzati principalmente per ottenere un buon riposo ma anche per calmare il prurito della pelle. Solitamente si versano alcune gocce sul cuscino per conciliare il sonno.

Curiosità:  Ottima per evitare che in estate si venga disturbati dalle zanzare. Questa pianta aromatica è anche calmante e cicatrizzante.

I Romani utilizzavano la lavanda per profumare il bagno e la biancheria. 

Pothos Piante in camera da letto

Pothos: 

Originario dell’Australia, dell’Asia, del Madagascar e delle isole del Pacifico.

E’ una pianta potentissima pensate che è in grado di ripulire l’aria da sostanze tossiche come la formaldeide, presente nelle vernici dei mobili.

Curiosità: è una pianta utilizzata in tutti gli ambienti della casa però attenzione: le sue foglie sono tossiche, pertanto è meglio tenerla lontana dai bambini e dagli animali domestici.